Che cosa sono la Tracciabilità e la Rintracciabilità degli alimenti?

L’articolo 2 del decreto legislativo 190/06 stabilisce le sanzioni per la violazione degli obblighi derivanti dall’art. 18 del regolamento 178/02 CE in materia di rintracciabilità, stabilendo che ” 1. Salvo che il fatto costituisca reato, gli operatori del settore alimentare e dei mangimi che non adempiono agli obblighi di cui all’articolo 18 del regolamento (CE) n. 178/2002 sono soggetti al pagamento    di    una    sanzione   amministrativa  pecuniaria   da settecentocinquanta euro a quattromilacinquecento euro“.

La norma, richiamando espressamente gli obblighi contenuti nel regolamento comunitario, introduce dunque una sanzione amministrativa per il solo caso in cui l’operatore della filiera non sia in grado di “individuare chi abbia fornito loro un alimento, un mangime, un animale destinato alla produzione alimentare o qualsiasi sostanza destinata o atta a entrare a far parte di un alimento o di un mangime” in quanto non disponga di “sistemi e di procedure che consentano di mettere a disposizione delle autorità competenti, che le richiedano, le informazioni al riguardo” Alla stessa sanzione soggiaceranno gli operatori che non dispongano di “sistemi e procedure per individuare le imprese alle quali hanno fornito i propri prodotti“.

Le definizioni tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti alimentari spesso e erroneamente sono usati come sinonimi, ma in realtà hanno significati ben diversi.

La tracciabilità è il percorso di un alimento da monte a valle, cioè la possibilità di seguire il processo produttivo partendo dalle materie prime sino ad arrivare al prodotto finito.

La rintracciabilità consiste nel ripercorrere a ritroso il processo produttivo cioè dal prodotto finito sino all’origine delle materie prime (da valle a monte). In sostanza la rintracciabilità è una sorta di documentazione dei flussi di entrata (input) e di uscita (output) tra le aziende della filiera produttiva di ogni singolo prodotto alimentare. Appare quindi chiaro che la rintracciabilità degli alimenti diventa un segno di trasparenza e di accessibilità alla filiera produttiva da parte dei consumatori.

Per essere sempre più vicini alle esigenze dei nostri clienti, dal 1 Marzo 2019 abbiamo affiancato alla nostra attività di consulenza in materia di H.A.C.P.P. , un software gestionale in grado di gestire:

  • Arrivo e stoccaggio materie prime:

  • Produzione

  • Inserimento dati produzione e stoccaggio prodotti finiti

  • Emissione documenti di vendita

  • Rintracciabilità

Contattaci per una prova gratuita della versione DEMO con un nostro esperto.